L'actualité du Proche et Moyen-Orient et Afrique du Nord

Israele: premier Yair Lapid, non consentiremo all’Iran di creare «basi terroristiche» in Medio Oriente

(Roma, 11 settembre 2022). Israele si sta impegnando per fare in modo che l’Iran non stabilisca basi “terroristiche” in tutto il Medio Oriente e soprattutto in Siria. Lo ha affermato, oggi, il primo ministro israeliano, Yair Lapid, sul proprio account Twitter, aggiungendo: “Voglio sottolinearlo: Israele non accetterà che la Siria venga utilizzata come asse per trasferire armi alle organizzazioni terroristiche e non accetterà la creazione di basi iraniane o basi di milizie al nostro confine settentrionale”. Lapid ha poi fatto sapere di aver avviato, in collaborazione con il primo ministro alternato, Naftali Bennett, e il ministro della Difesa, Benny Gantz, “una campagna politica di successo” volta a bloccare l’accordo sul nucleare iraniano e fare in modo che non vengano revocate le sanzioni contro Teheran. “Non è ancora finita, la strada è lunga, ma ci sono segnali incoraggianti”, ha affermato il premier israeliano.

Lapid ha poi ringraziato Francia, Germania e Regno Unito per la loro “posizione risoluta” sulla questione. “Dopo gli Stati Uniti, ieri i Paesi europei hanno annunciato che l’accordo sul nucleare con l’Iran non verrà firmato e che i fascicoli dell’indagine aperta sull’Iran presso l’Agenzia internazionale per l’energia atomica non verranno chiusi”, ha dichiarato Lapid aggiungendo: “Negli ultimi mesi abbiamo avuto un dialogo tranquillo e intenso con loro e sono state presentate loro informazioni di intelligence aggiornate sull’attività iraniana nei siti nucleari”. La parole di Lapid sono giunte dopo che, ieri, Francia, Germania e Regno Unito hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in cui hanno affermato che l’Iran sta continuando “a intensificare il suo programma nucleare ben oltre ogni plausibile giustificazione civile” e che vi sono « seri dubbi sulle intenzioni e sull’impegno dell’Iran per un esito positivo del Piano globale d’azione congiunto (Joint comprehensive plan of action, JCPOA)”.

(Agenzia Nova)

Russia-Ucraina. Stoltenberg: offensiva Kiev fa progressi impressionanti

(Roma, 05 ottobre 2022). L'esercito russo si sta ammassando verso Kherson. Gli ucraini annunciano di aver iniziato la liberazione della regione del Luhansk "Ho parlato...

Ucraina-Russia: l’esercito di Kiev assalta la regione di Kherson, carri armati russi distrutti lungo la strada

Le forze di liberazione concentrano gli attacchi nella parte nord dell'oblast: in questo video, gli effetti della battaglia in una strada di campagna, piena...

Ukraine-Russie: l’armée de Kiev prend d’assaut la région de Kherson, des chars russes détruits le long de la route

Les forces de libération concentrent leurs attaques dans la partie nord de l'oblast : dans cette vidéo, les effets de la bataille sur une...

Bomba atomica, generale Tricarico: «minaccia concreta, si rischiano cento Torri gemelle»

(Roma, Parigi, 05 ottobre 2022). Muoia Sansone con tutti i filistei, è questa la sindrome di Putin? «I segnali ci sono e c’è da...

Vladimir Putin ammette ritirata, Kiev ritorna nei suoi territori: ucraini sfondano a Sud. A Kherson la sfida decisiva

(Roma, Parigi, 05 ottobre 2022). I carri armati ucraini stanno sfondando anche a Sud, nella regione di Kherson, in uno dei quattro territori che...

Recevez notre newsletter et les alertes de Mena News


À lire sur le même thème

Votre réponse

Please enter your comment!
Please enter your name here