L'actualité du Proche et Moyen-Orient et Afrique du Nord

Ucraina-Russia: 180.000 morti o feriti tra i russi e 100.000 tra gli ucraini, secondo l’esercito norvegese

Una carneficina che nessuno riesce a fermare: in quasi un anno di guerra, i combattimenti hanno provocato quasi 180.000 tra morti o feriti nell’esercito russo e 100.000 in quello ucraino, senza contare i 30.000 civili uccisi, secondo le stime fornite oggi dal capo dell’esercito norvegese.

«Le perdite russe cominciano ad avvicinarsi a 180.000 soldati morti o feriti», ha dichiarato il capo di stato maggiore norvegese Eirik Kristoffersen in un’intervista a TV2, senza specificare l’origine di queste cifre.

Nonostante le pesanti perdite, «la Russia è in grado di continuare (questa guerra) per un bel po’ di tempo», ha aggiunto il capo di stato maggiore norvegese, citando le capacità di mobilitazione e di produzione di armi di Mosca. «Ciò che mi preoccupa di più è se l’Ucraina sarà in grado di tenere l’aviazione russa fuori dalla guerra», mentre finora è stata tenuta ampiamente fuori «grazie alle difese antiaeree ucraine». La maggior parte degli attacchi russi degli ultimi mesi sono stati effettuati con missili a lungo raggio.

(Media/Agenzie)

L’énigme du ballon espion chinois, des doutes et des questions sans réponses

(Paris, Rome, 06.02.2023). Tant de doutes, tant de questions encore sans réponse et si peu de certitudes. S'il ne restait que des débris du...

Il giallo del pallone spia cinese: ecco tutto quello che non torna

(Roma, 06.02.2023). Tanti dubbi, molte domande ancora senza risposta e poche certezze. Se del presunto pallone spia cinese abbattuto al largo della costa della...

Le tremblement de terre qui risque de modifier le Moyen-Orient

(Rome, Paris, 06.02.2023). La secousse qui a ébranlé la terre et la vie de millions de personnes entre la Turquie et la Syrie est...

Il terremoto che rischia di cambiare il Medio Oriente

(Roma, 06.02.2023). Il tremore che ha scosso i terreni e le vite di milioni di persone tra Turchia e Siria è destinato ad avere...

RDC. L’ultimatum de la Communauté d’Afrique de l’Est: un cessez-le-feu et un retrait immédiat du M23 du Nord-Kivu

(Rome, Paris, 06.02.2023). La Communauté d'Afrique de l'Est (CAE) adresse un ultimatum : Un cessez-le-feu et un retrait immédiat du M23 du Nord-Kivu «Cessez-le-feu immédiat...

Recevez notre newsletter et les alertes de Mena News


À lire sur le même thème

Votre réponse

Please enter your comment!
Please enter your name here