L'actualité du Proche et Moyen-Orient et Afrique du Nord

La nuova minaccia della Russia. Lorenzo Guerini avvisa: «Attenzione al fianco Sud»

(Roma, 19 settembre 2022). La guerra tra la Russia e l’Ucraina sta avendo conseguenze dirette sulla sicurezza dell’Italia. A dirlo è il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, all’evento conclusivo delle «Giornate del mare» organizzato al Molo IV del porto di Trieste da Limes:  «Sì la Russia è una minaccia nel Mediterraneo. La guerra in Ucraina ha da un lato effetti, dall’altro è un acceleratore di dinamiche già in atto nel mare Mediterraneo frequentato dai russi non solo in conseguenza della crisi ucraina, lo era già da tempo. Per l’Italia il Mediterraneo allargato è il quadrante di riferimento dove risiedono i nostri interessi di sicurezza. In questo quadrante abbiamo implementato la presenza di sorveglianza e capacità del nostro strumento militare e bisogna continuare a farlo. L’Italia è chiamata ad essere solidale rispetto alle misure di deterrenza, nel contempo dobbiamo essere efficaci a richiamare l’attenzione al fianco Sud dell’Alleanza atlantica. Nel Mediterraneo c’è la presenza della Russia e l’influenza significativa della Cina».

«All’Ucraina – ha poi ricordato Guerini – stiamo inviando equipaggiamenti sulla base delle risoluzioni votate in parlamento in maniera importante e significativa. Abbiamo deciso di segretare i contenuti dei decreti, inizialmente in condivisione con Francia e Germania». A differenza della Germania, l’Italia ha deciso di continuare a mantenere anche nei successivi decreti il vincolo di segretezza sui materiali e le armi inviate: «Abbiamo deciso di mantenerlo – spiega il ministro – come elemento di moderazione del messaggio dato alla Russia, perché parte del materiale è materiale acquisito nel corso degli anni da altri Paesi poi perché i nostri processi decisionali sono complessi e l’informazione al parlamento attraverso il Copasir rende molto più fluido il passaggio». «Vedremo che cosa si deciderà in futuro noi continueremo sulla base del mandato del parlamento, continueremo a fare il nostro lavoro e lo stiamo facendo in maniera significativa con assetti sempre più sofisticati», ha concluso Guerini.

(Il Tempo)

Israël: un accord en vue avec le Liban sur le tracé des frontières maritimes

Les détails doivent encore être peaufinés, mais le projet de médiation américaine sur le tracé des frontières maritimes entre Israël et le Liban et...

Iran: media, spari contro gli studenti nell’università Sharif a Teheran

Secondo i dati diffusi dall’organizzazione non governativa Iran Human Rights (Ihr), finora nelle proteste sono morte 133 persone Le forze di sicurezza iraniane avrebbero circondato...

Iran: médias, tirs sur des étudiants de l’université Sharif de Téhéran

Selon les données publiées par l'organisation non gouvernementale Iran Human Rights (Ihr), 133 personnes sont mortes dans les manifestations jusqu'à présent Les forces de sécurité...

Ukraine. David Petraeus: si Poutine utilise la puissance nucléaire, nous détruirons ses troupes

(Paris, 02 octobre 2022). Si Poutine devait utiliser ses armes nucléaires en Ukraine, « nous réagirions en menant un effort de l'OTAN, un effort...

Ucraina. David Petraeus: se Putin usasse il nucleare, distruggeremo le sue truppe

(Roma, 02 ottobre 2022). Se Putin utilizzasse armi nucleari in Ucraina, "risponderemmo guidando uno sforzo della Nato - un sforzo collettivo - che eliminerebbe...

Recevez notre newsletter et les alertes de Mena News


À lire sur le même thème

Votre réponse

Please enter your comment!
Please enter your name here