L'actualité du Proche et Moyen-Orient et Afrique du Nord

Medio Oriente: il Bahrein stabilisce formalmente relazioni diplomatiche con Israele

Il Bahrein e Israele hanno firmato oggi un accordo quadro per stabilire formalmente relazioni diplomatiche e pacifiche. Secondo l’emittente «Sky News Arabia», il Bahrein ha ospitato due importanti delegazioni degli Stati Uniti e di Israele, guidate rispettivamente dal segretario al Tesoro Steve Mnuchin e dal consigliere per la sicurezza nazionale Meir Bin Shabbat, per stabilire una cooperazione con lo Stato ebraico in diversi campi. Oltre al «Comunicato congiunto per stabilire relazioni diplomatiche, pacifiche e amichevoli» – questo il nome esteso del principale accordo firmato oggi – le due parti hanno siglato altri sette memorandum d’intesa sotto gli auspici di Washington, inclusi accordi nei settori dell’aviazione civile, delle comunicazioni, dell’agricoltura e della tecnologia. I gruppi di lavoro multilaterali hanno tenuto colloqui nella capitale del Bahrain, Manama, culminati con una solenne cerimonia ufficiale. Secondo l’agenzia di stampa statale «Bna», la parte del Bahrein era presieduta dal sottosegretario al ministero degli Esteri, Sheikh Abdullah bin Ahmed Al Khalifa, e comprendeva alti funzionari dei ministeri che sovrintendevano ai trasporti, alle telecomunicazioni, all’industria, al commercio, al turismo e all’aviazione. L’avvio ufficiale delle relazioni arriva dopo che le due parti hanno firmato gli Accordi di Abramo negli Stati Uniti, insieme agli Emirati Arabi Uniti, il 15 settembre 2020. «Abbiamo iniziato questa giornata come amici e la concludiamo come membri di una famiglia, la famiglia di Abramo», ha detto Bin Shabbat. Il Bahrein e gli Emirati Arabi Uniti sono diventati la terza e la quarta nazione araba a normalizzare le relazioni con Israele, dopo l’Egitto nel 1979 e la Giordania nel 1994. (Nova)

Liban: les souverainistes ne nommeront pas Saad Hariri. Samir Geagea dit «non à aucune initiative conjointe avec le trio au pouvoir»

Le chef du parti souverainiste des Forces libanaises (FL) Samir Geagea, a affirmé que «la vraie raison derrière la décision du parti de ne...

Haut-Karabakh: plus de 140 djihadistes tués, de nombreux combattants rentrent en Syrie

(Rome 20 octobre 2020). Des activistes de l'Observatoire syrien des droits de l'homme (OSDH) ont confirmé que le gouvernement turc avait transporté un nouveau...

Nagorno-Karabakh: Oltre 140 jihadisti uccisi, numerosi combattenti tornano in Siria

(Roma 20 Ottobre 2020). Gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani (SOHR) hanno confermato che il governo turco ha trasportato un nuovo gruppo...

Francia-Iraq: Macron conferma impegno nella coalizione internazionale

Nel corso dell'incontro che si è tenuto ieri, 19 ottobre, all'Eliseo, con il primo ministro iracheno, Mustafa al Kadhimi il presidente Emmanuel Macron ha...

France-Irak: Macron confirme son engagement au sein de la coalition internationale

Le président français Emmanuel Macron a reçu lundi le Premier ministre irakien Mustafa al Kadhimi, avec lequel il a réaffirmé les « liens d’amitié profonds »...

Recevez notre newsletter et les alertes de Mena News


À lire sur le même thème

Votre réponse

Please enter your comment!
Please enter your name here